Anteprima editoriale: Carolina è una brava ragazza di Maria Nocera

Si inaugura alla fine del mese di Giugno la seconda collana di narrativa, La Sorgente di Satyria, con la raccolta di racconti di una giovane autrice: Carolina è una brava ragazza di Maria Nocera.

Con Carolina è una brava ragazza, raccolta di racconti che segna l’esordio letterario della venticinquenne Maria Nocera, ci si imbatte in un’esperienza oniroide ai limiti del surreale, che supera il postmoderno in progress e non per nostalgia. Infatti, i temi della sua narrativa sono centrati sulla ricerca di senso e su un target di lettori tardo adolescenziali.
Carolina è una brava ragazza consta di cinque racconti fantasy con molti elementi splatter per dire che la vita è conflitto, ma anche conflitto da risolvere; al di là del buonismo e della superficialità di giudizio. La Nocera mostra ottima affabulazione e invenzione narrativa, come anche la spregiudicatezza giovanile del tentare un’opera.

Venerdì 17 Maggio 2019 – SPRITZPoesia con Giuliano Maroccini a Vicenza

Venerdì 17 Maggio 2019, alle 18.30, SPRITZPoesia con Camera d’aria di Giuliano Maroccini a Porto Burci di Vicenza.

Camera d’aria, opera prima di Giuliano Maroccini, è una plaquette di 12 poesie, che si impone all’attenzione per la compostezza dello stile. Colpisce la sensorialità del linguaggio che diventa tattile, corporeo, palpabile.
Casa editrice: Fallone Editore

Sabato 27 Aprile 2019 – Alessandro Salvi ospite della rassegna ‘Fare voci Gorizia’

Il nuovo appuntamento di “FARE VOCI GORIZIA”, sabato 27 aprile alle 18.00, presso il birrificio Antica Contea, è dedicato al progetto “IL MURO DELLE 5 LINGUE”, ideato da Alba Gurtner e da lei fortemente voluto. Per questo omaggio ci saranno le letture di Jurij PALJK, Nicoletta STORARI e Alessandro SALVI, con la chitarra di Mauro RADIGNA.



Anteprima editoriale: Da una tana di scoiattolo di Franco Buffoni

Annunciamo con gioia l’uscita in Maggio del terzo titolo della collana Il Leone Alato: Da una tana di scoiattolo di Franco Buffoni.

Con questo libro Franco Buffoni si riconferma uno dei massimi poeti della nostra tradizione, già Premio Viareggio nel 2015.

Risultato di cultura raffinata e di meditazione sulla scrittura, Da una tana di scoiattolo rappresenta un’eccellente somma poetica di lingua asciuttissima, compendio di consapevolezza sulla natura umana e sul tentativo di equazione etologica tra questa e la natura animale.

Si tratta di una plaquette che supera la poesia civile, sempre frequentata dall’autore, e si apre a uno scenario che oltrepassa il postmoderno, pur non dimenticando la nozione storiografica, perché cita l’esistere al mondo come stato creaturale. 

Nasce una nuova collana: La Sorgente di Satyria

Nasce una nuova collana, che sarà inaugurata nel mese di Giugno dalla prima autrice: La Sorgente di Satyria.

La Sorgente di Satyria è collana dedicata alla narrativa emergente, specchio d’acque in moti ascensionali espansi e verticali.

‘Così, con un gesto devoto, bere l’acqua nel cavo delle mani o direttamente alla sorgente, fa sì che penetri in noi il sale più segreto della terra e la pioggia del cielo.’
                                                                                                                                                                     [M. Yourcenar]

Venerdì 18 Gennaio 2019 – La Stella solitaria e altre favole della sera di Carlo Stefano Ameglio sarà presentato a Lecce

Venerdì 18 Gennaio 2019 il volume La Stella solitaria e altre favole della sera (Fallone Editore, Giugno 2018) di Carlo Stefano Ameglio sarà presentato a Lecce, alle ore 18.00, nella libreria per bambini  Focus Junior Play Lab, sita in Piazza Sant’Oronzo, Vico Storella n.3.

La presentazione sarà curata da Eliana Forcignanò.

Nel corso della serata si terrà un laboratorio di disegno aperto a tutti i bambini che vorranno partecipare.

 

L’opera

Queste favole, che passano quasi sottovoce, nella notte, al fianco di un volto conosciuto o di una luce un po’ più fioca, sono semplici e delicate. La loro destinazione è l’amore, raggiunto per naturale desiderio e senza nessuna enfasi. I protagonisti sono creature dotate di una gentilezza eroica: compiono atti di bontà perché non potrebbero fare diversamente, perché sono pervasi da un codice di istintiva generosità verso gli altri. La loro grandezza d’animo è pura e segreta, si percepisce nell’intimo suono della voce che racconta. Dal caro Eudemo, gatto soccorritore, a Stella Principessa e Pianeta Principe che, trovandosi e innamorandosi nel buio dell’universo, si fissano negli occhi per 10 o 20 mila anni; da Charly Stephen e Carlino, ragazzi pronti ad affrontare ogni ostacolo pur di vedere salva la vita delle loro amate, fino alla fedeltà dell’amicizia che mai finisce tra un bambino e il suo pettirosso.

Sono favole piene di rispetto e di attenzione verso il mondo circostante. Non annaspano nella foga di dimostrare alcun vanto e costruiscono con assiduità silenziosa la possibilità più vera di ciò che vorremmo fosse sempre un lieto fine. [dalla nota di Carla Saracino]

L’autore

Carlo Stefano Ameglio, d’origine torinese, da oltre vent’anni vive in Umbria, dove si occupa di management aziendale. Alla formazione di natura prettamente economica, affianca da sempre la passione per la scrittura, con particolare predilezione per la letteratura per l’infanzia.

La stella solitaria e altre favole della sera è la sua opera prima.

 

Sabato 12 Gennaio 2019 – Viaggio salvatico di Gianpaolo G. Mastropasqua sarà presentato ad Altamura

Sabato 12 Gennaio 2019 sarà presentato a Altamura il secondo titolo della collana Il Drago Verde, Viaggio salvatico (Fallone Editore, Giugno 2018) di Gianpaolo G. Mastropasqua, alle ore 19.00, presso la Libreria Nuova Macelleria Patella, sita in  via Giannelli 85.

La presentazione sarà condotta da Michelangelo Zizzi.

L’ingresso è libero.

L’opera

Viaggio salvatico di Gianpaolo G. Mastropasqua è l’opera che lo stesso autore considera il compimento del suo viaggio poetico; infatti, si pregia di una citazione di Leonardo da Vinci che diventa chiave di lettura della medesima opera.

Viaggio salvatico è poema organizzato che funziona come opera-mondo, attraversando quasi enciclopedicamente le varie condizioni dell’essere uomo, con una particolare attenzione ad un risultato soteriologico. Del resto, l’opera è strutturata secondo uno schema sinfonico e melodico, essendo ricco di metafore e allitterazioni; in esso riecheggia il timbro di certa poesia meridionale e borbonica, meridionale e meridiana, di un Sud intimo e radicato. Infine, Viaggio salvatico è anche  ‘un palcoscenico cosmico, uno spettacolo metamorfico’, come lo stesso Giuseppe Conte, prefatore dell’opera, lo definisce.

L’autore

Gianpaolo G. Mastropasqua (Bari, Novembre 1979), Psichiatria e Maestro di Clarinetto; vive attualmente a Lecce, dove lavora in qualità di Dirigente Medico in Psichiatria presso la ASL – DSM nella SITSM. Ha pubblicato: Silenzio con variazioni (2005), Andante dei frammenti perduti (2008), Partita per silenzio e orchestra (2015) e Danzas de amor y duende (Valencia, 2016), Dansuri de dragoste si duende (Bucarest, 2017), in edizioni bilingue. È in uscita con Ologramma in La minore per i tipi di Caosfera.  Una monografia critica su di lui è apparsa in A Sud del Sud dei Santi. Sinopsie, Immagini e Forme della Puglia poetica. Cento anni di Storia Letteraria (LietoColle, 2013) e suoi testi sono presenti nell’antologia L’evoluzione delle forme poetiche – la migliore produzione poetica dell’ultimo ventennio (Kairos, 2013). È  tra i sette poeti contemporanei scelti per il docufilm Il futuro in una poesia di Donatella Baglivo, presentato alla Mostra del Cinema di Venezia.

 

1 2 3 6