Sabato 12 Ottobre 2019 – Il bicchiere vuoto di Lidia Fraccari a Santeramo in Colle

Sabato 12 Ottobre 2019, in collaborazione con l’Associazione culturale Virginia Woolf e con il Patrocinio del Comune di Santeramo in Colle, sarà presentata l’opera d’esordio della poetessa  Lidia Fraccari,  Il bicchiere vuoto (Fallone Editore, Settembre 2017), alle ore 19.00 presso la Biblioteca Giovanni Colonna di Santeramo in Colle, sita in Piazza Giuseppe di Vagno.

Introduce e modera Annarita Lorusso.

 

Presenta Gianpaolo G. Mastropasqua.

 

L’opera

Il bicchiere vuoto, opera prima di Lidia Fraccari, è specchio rifrangente la costante ricerca del limite e del suo superamento. Una messa a nudo senza fronzoli, che passa da un linguaggio crudo, tagliente come ‘la lama di coltello’, come lo sguardo disincantato e fiero con cui l’autrice osserva il mondo.

Con questo poema d’esordio, la Fraccari, pur essendo assimilabile a certi filoni di poesia femina, dimostra di essere propriamente somigliante solo a se stessa: sta nel centro di una parola che appartiene soltanto a lei, senza eco di risulta, segnando in tal modo un primo passo saldo nel suo percorso poetico.

 

 

L’autrice

Lidia Fraccari (1981), di origini lucane, vive e lavora a Taranto. Dopo aver terminato gli studi magistrali in Giurisprudenza, segue diversi corsi di specializzazione per abilitarsi alla professione forense, con il disegno di una vita in magistratura. Ha frequentato la Scuola Pound. Il bicchiere vuoto è la sua opera prima.

 

 

 

Anteprima editoriale: Il Sacro Femminile nelle Costellazioni Familiari di Sara Verderi

Esce nel mese di Ottobre il primo titolo della collana L’asino d’oro: Il Sacro Femminile nelle Costellazioni Familiari di  Sara Verderi, con prefazione di Gianpaolo G. Mastropasqua.

 

 

 Il Sacro Femminile nelle Costellazioni Familiari è un saggio tanto agile quanto utile, nel quale Sara Verderi ripercorre la sua esperienza personale e professionale, partendo dal metodo delle Costellazioni Familiari, messo a punto da Bert Hellinger, offrendo al lettore chiavi ermeneutiche interessanti e inedite. Muovendo da e superando analisi freudiana, archetipi junghiani, ma anche ipnosi regressiva, psicodramma e paradigmi gestaltici, tale approccio vede nei sistemi familiari una condensazione di meccanismi, positivi e negativi, che tendono a reiterarsi di generazione in generazione, spesso senza che il soggetto ne sia consapevole (aspetto evidente nei casi di adottati, che tendono a reiterare comportamenti derivanti dalla famiglia biologica), ed è finalizzato alla liberazione dai vincoli familiari e alla piena realizzazione dell’individuo che vi si accosti. 

A questa linea ortodossa, l’autrice aggiunge con autorevolezza una sua interpretazione della psicodinamica del comportamento femminile, riconoscendo, e dimostrando con ampia casistica, che le maggiori turbe relazionali nascono dal conflitto tra il Maschile e il Femminile; riproduce, inoltre, una genealogia significativa delle linee matriarcali, anche in chiave metafisica, incentrando l’attenzione sulla componente sacrale che alberga in ogni essere vivente.

Il Sacro Femminile nelle Costellazioni Familiari è dedicato a Bert Hellinger, morto il 19 Settembre 2019. 

 

Sara Verderi (Milano, 1970) è laureata in Giurisprudenza ed è perito del Tribunale toscano. È stata allieva di Bert Hellinger, acquisendo la qualifica di Costellatrice Familiare Sistemica, e, tra gli altri, di Lupo Grigio, che l’ha introdotta allo sciamanesimo, e di Vianna Stibal, ideatrice del metodo ThetaHealing©, con la quale ha conseguito la qualifica di Master Certificate of Science.

Ha creato un nuova tecnica, Dreaming Constellations©, registrata su territorio internazionale, che è stata elaborata attraverso le conoscenze sistemiche, il Theta Healing© e i suoni bineaurali. Tiene regolari corsi a Milano e, ove richiesta, svolge laboratori di crescita personale di gruppo, serate di Costellazioni Familiari in stato Theta e sogno lucido, serate di ripasso e studio per allievi Theta, corsi regolari di Theta Healing, meditazioni, workshop sull’abbondanza e la realizzazione personale. È Team Builder per le aziende. È curatrice di una rubrica bimensile di fruizione gratuita, su Bridges of Light, un portale italiano dedicato alla crescita personale. Ha un suo canale YouTube. È anche titolare di un progetto e di un marchio internazionale, Walking Angels, che promuove la diffusione di messaggi etici che si accompagnano al design italiano. Sta aprendo un centro olistico a Milano.

Il Sacro Femminile nelle Costellazioni Familiari è il suo primo saggio.

 

 

 

 

 

 

Sabato 12 Gennaio 2019 – Viaggio salvatico di Gianpaolo G. Mastropasqua sarà presentato ad Altamura

Sabato 12 Gennaio 2019 sarà presentato a Altamura il secondo titolo della collana Il Drago Verde, Viaggio salvatico (Fallone Editore, Giugno 2018) di Gianpaolo G. Mastropasqua, alle ore 19.00, presso la Libreria Nuova Macelleria Patella, sita in  via Giannelli 85.

La presentazione sarà condotta da Michelangelo Zizzi.

L’ingresso è libero.

L’opera

Viaggio salvatico di Gianpaolo G. Mastropasqua è l’opera che lo stesso autore considera il compimento del suo viaggio poetico; infatti, si pregia di una citazione di Leonardo da Vinci che diventa chiave di lettura della medesima opera.

Viaggio salvatico è poema organizzato che funziona come opera-mondo, attraversando quasi enciclopedicamente le varie condizioni dell’essere uomo, con una particolare attenzione ad un risultato soteriologico. Del resto, l’opera è strutturata secondo uno schema sinfonico e melodico, essendo ricco di metafore e allitterazioni; in esso riecheggia il timbro di certa poesia meridionale e borbonica, meridionale e meridiana, di un Sud intimo e radicato. Infine, Viaggio salvatico è anche  ‘un palcoscenico cosmico, uno spettacolo metamorfico’, come lo stesso Giuseppe Conte, prefatore dell’opera, lo definisce.

L’autore

Gianpaolo G. Mastropasqua (Bari, Novembre 1979), Psichiatria e Maestro di Clarinetto; vive attualmente a Lecce, dove lavora in qualità di Dirigente Medico in Psichiatria presso la ASL – DSM nella SITSM. Ha pubblicato: Silenzio con variazioni (2005), Andante dei frammenti perduti (2008), Partita per silenzio e orchestra (2015) e Danzas de amor y duende (Valencia, 2016), Dansuri de dragoste si duende (Bucarest, 2017), in edizioni bilingue. È in uscita con Ologramma in La minore per i tipi di Caosfera.  Una monografia critica su di lui è apparsa in A Sud del Sud dei Santi. Sinopsie, Immagini e Forme della Puglia poetica. Cento anni di Storia Letteraria (LietoColle, 2013) e suoi testi sono presenti nell’antologia L’evoluzione delle forme poetiche – la migliore produzione poetica dell’ultimo ventennio (Kairos, 2013). È  tra i sette poeti contemporanei scelti per il docufilm Il futuro in una poesia di Donatella Baglivo, presentato alla Mostra del Cinema di Venezia.

 

Sabato 8 Dicembre 2018 – Reading poetico nell’ambito del Piccolo festival della parola di Noci

Sabato 8 Dicembre 2018, nell’ambito del Piccolo festival della parola di Noci, alle ore 18.00, nel Chiostro di San Domenico, si terrà un reading poetico con Gianpaolo G. Mastropasqua, Giuliano Maroccini e Lidia Fraccari.

Introduce e coordina Michelangelo Zizzi.

Venerdì 12 Ottobre 2018 – Viaggio salvatico di Gianpaolo G. Mastropasqua a Massafra

Venerdì 12 Ottobre 2018 sarà presentato a Massafra il secondo titolo della collana Il Drago Verde, Viaggio salvatico (Fallone Editore, Giugno 2018) di Gianpaolo G. Mastropasqua alle ore 18.30 presso l’associazione Il Corifeo, sita in via Anita Garibaldi n.60.

Introduce Giovanni Argentina.

Presenta Pasquale Lucio Losavio.

 

 

 

L’opera

Viaggio salvatico di Gianpaolo G. Mastropasqua è l’opera che lo stesso autore considera il compimento del suo viaggio poetico; infatti, si pregia di una citazione di Leonardo da Vinci che diventa chiave di lettura della medesima opera.

Viaggio salvatico è poema organizzato che funziona come opera-mondo, attraversando quasi enciclopedicamente le varie condizioni dell’essere uomo, con una particolare attenzione ad un risultato soteriologico. Del resto, l’opera è strutturata secondo uno schema sinfonico e melodico, essendo ricco di metafore e allitterazioni; in esso riecheggia il timbro di certa poesia meridionale e borbonica, meridionale e meridiana, di un Sud intimo e radicato. Infine, Viaggio salvatico è anche  ‘un palcoscenico cosmico, uno spettacolo metamorfico’, come lo stesso Giuseppe Conte, prefatore dell’opera, lo definisce.

L’autore

Gianpaolo G. Mastropasqua (Bari, Novembre 1979), Psichiatria e Maestro di Clarinetto; vive attualmente a Lecce, dove lavora in qualità di Dirigente Medico in Psichiatria presso la ASL – DSM nella SITSM. Ha pubblicato: Silenzio con variazioni (2005), Andante dei frammenti perduti (2008), Partita per silenzio e orchestra (2015) e Danzas de amor y duende (Valencia, 2016), Dansuri de dragoste si duende (Bucarest, 2017), in edizioni bilingue. È in uscita con Ologramma in La minore per i tipi di Caosfera.  Una monografia critica su di lui è apparsa in A Sud del Sud dei Santi. Sinopsie, Immagini e Forme della Puglia poetica. Cento anni di Storia Letteraria (LietoColle, 2013) e suoi testi sono presenti nell’antologia L’evoluzione delle forme poetiche – la migliore produzione poetica dell’ultimo ventennio (Kairos, 2013). È  tra i sette poeti contemporanei scelti per il docufilm Il futuro in una poesia di Donatella Baglivo, presentato alla Mostra del Cinema di Venezia.

 

 

 

 

Mercoledì 3 Ottobre 2018 – Viaggio salvatico di Gianpaolo G. Mastropasqua sarà all’Enoteca Mirò di Terlizzi

Mercoledì 3 Ottobre 2018 sarà presentato a Terlizzi il secondo titolo della collana Il Drago Verde, Viaggio salvatico (Fallone Editore, Giugno 2018) di Gianpaolo G. Mastropasqua alle ore 20.00 all’Enoteca Mirò di Marialba Guastamacchia, sita in Largo Don Pappagallo n.25.

La presentazione sarà condotta da Francesco Cagnetta.

 

 

L’opera

Viaggio salvatico di Gianpaolo G. Mastropasqua è l’opera che lo stesso autore considera il compimento del suo viaggio poetico; infatti, si pregia di una citazione di Leonardo da Vinci che diventa chiave di lettura della medesima opera.

Viaggio salvatico è poema organizzato che funziona come opera-mondo, attraversando quasi enciclopedicamente le varie condizioni dell’essere uomo, con una particolare attenzione ad un risultato soteriologico. Del resto, l’opera è strutturata secondo uno schema sinfonico e melodico, essendo ricco di metafore e allitterazioni; in esso riecheggia il timbro di certa poesia meridionale e borbonica, meridionale e meridiana, di un Sud intimo e radicato. Infine, Viaggio salvatico è anche  ‘un palcoscenico cosmico, uno spettacolo metamorfico’, come lo stesso Giuseppe Conte, prefatore dell’opera, lo definisce.

 

L’autore

Gianpaolo G. Mastropasqua (Bari, Novembre 1979), Psichiatria e Maestro di Clarinetto; vive attualmente a Lecce, dove lavora in qualità di Dirigente Medico in Psichiatria presso la ASL – DSM nella SITSM. Ha pubblicato: Silenzio con variazioni (2005), Andante dei frammenti perduti (2008), Partita per silenzio e orchestra (2015) e Danzas de amor y duende (Valencia, 2016), Dansuri de dragoste si duende (Bucarest, 2017), in edizioni bilingue. È in uscita con Ologramma in La minore per i tipi di Caosfera.  Una monografia critica su di lui è apparsa in A Sud del Sud dei Santi. Sinopsie, Immagini e Forme della Puglia poetica. Cento anni di Storia Letteraria (LietoColle, 2013) e suoi testi sono presenti nell’antologia L’evoluzione delle forme poetiche – la migliore produzione poetica dell’ultimo ventennio (Kairos, 2013). È  tra i sette poeti contemporanei scelti per il docufilm Il futuro in una poesia di Donatella Baglivo, presentato alla Mostra del Cinema di Venezia.

 

 

 

 

Sabato 22 Settembre 2018 – Occasione 0004. Come una mezzaluna nel sole di maggio, reading poetico con gli autori della Fallone Editore, presso la Libreria Millelibri – Poesia e altri mondi di Bari

Sabato 22 Settembre 2018, in collaborazione con la libreria Millelibri – Poesia e altri mondi, a partire dalle ore 18.00 in via dei Mille n. 16 a Bari, avrà luogo l’Occasione 0004. Come una mezzaluna nel sole di maggio, reading poetico con gli autori della Fallone Editore che abbiano pubblicato in singole sillogi o in volume antologico.

L’evento prende il nome da un verso di Vittorio Bodini – autore che si è fatto completamente portavoce di un Sud inquieto, vigoroso, magniloquente; nato a Bari ma salentino di adozione e quindi radicatamente pugliese – e dall’antologia omonima, in omaggio alla prima raccolta bodiniana (La Luna dei Borboni, 1952), che ospita 18 autori pugliesi nati tra il 1975 e il 1994, edita dalla Fallone Editore nel Novembre 2017.

Tra i presenti, Gianpaolo G. Mastropasqua, Giuliano Maroccini, Lidia Fraccari, Vanni Schiavoni, Francesco Cagnetta, Francesco Mola, Salvatore Tafuro, Gianpaolo Altamura e Gianluca Lacerenza.

Palazzeschi scriveva che, anche se muoiono i poeti, la Poesia non muore mai: come a dire che, oltre ogni narcisismo autoreferenziale, oltre ogni autobiografismo, la Poesia ha una forma e uno stato d’Essere propri e usa il poeta come tramite per lasciare traccia, per farsi ‘modo’. Per farsi corpo incarnato, che ha bisogno di voce.

Questa serata nasce proprio come voce polifonica di una poesia meridionale ma non necessariamente meridionalista; locale, localizzata, ma certamente non provinciale; identitaria e identificabile ma non autoreferenziale. E nasce, altresì, come azione sinergica tra realtà che operano nello stesso territorio, la Puglia, tanto fertile e ricco di storia e cultura quanto difficile e ostico per chi con la cultura lavora: la libreria Millelibri – Poesia e altri mondi di Bari, la prima libreria in Italia specializzata in poesia, e la Fallone Editore, giovane casa editrice che ha sede a Taranto.

Venerdì 13 Luglio 2018  – ‘Viaggio salvatico’ di Gianpaolo G. Mastropasqua al Fondo Verri di Lecce

 Venerdì 13 Luglio 2018 sarà presentato a Lecce il secondo titolo della collana Il Drago Verde, Viaggio salvatico (Fallone Editore, Giugno 2018) di Gianpaolo G. Mastropasqua alle ore 20.00 al Fondo Verri, in via Santa Maria del Paradiso n.8.

Introdurrà la serata il direttore editoriale della collana Il Drago Verde, Michelangelo Zizzi.

La presentazione sarà condotta da Simone Giorgino.

 

 

L’opera

Viaggio salvatico di Gianpaolo G. Mastropasqua è l’opera che lo stesso autore considera il compimento del suo viaggio poetico; infatti, si pregia di una citazione di Leonardo da Vinci che diventa chiave di lettura della medesima opera.

Viaggio salvatico è poema organizzato che funziona come opera-mondo, attraversando quasi enciclopedicamente le varie condizioni dell’essere uomo, con una particolare attenzione ad un risultato soteriologico. Del resto, l’opera è strutturata secondo uno schema sinfonico e melodico, essendo ricco di metafore e allitterazioni; in esso riecheggia il timbro di certa poesia meridionale e borbonica, meridionale e meridiana, di un Sud intimo e radicato. Infine, Viaggio salvatico è anche  ‘un palcoscenico cosmico, uno spettacolo metamorfico’, come lo stesso Giuseppe Conte, prefatore dell’opera, lo definisce.

 

 

L’autore

Gianpaolo G. Mastropasqua (Bari, Novembre 1979), Psichiatria e Maestro di Clarinetto; vive attualmente a Lecce, dove lavora in qualità di Dirigente Medico in Psichiatria presso la ASL – DSM nella SITSM. Ha pubblicato: Silenzio con variazioni (2005), Andante dei frammenti perduti (2008), Partita per silenzio e orchestra (2015) e Danzas de amor y duende (Valencia, 2016), Dansuri de dragoste si duende (Bucarest, 2017), in edizioni bilingue. È in uscita con Ologramma in La minore per i tipi di Caosfera.  Una monografia critica su di lui è apparsa in A Sud del Sud dei Santi. Sinopsie, Immagini e Forme della Puglia poetica. Cento anni di Storia Letteraria (LietoColle, 2013) e suoi testi sono presenti nell’antologia L’evoluzione delle forme poetiche – la migliore produzione poetica dell’ultimo ventennio (Kairos, 2013). È  tra i sette poeti contemporanei scelti per il docufilm Il futuro in una poesia di Donatella Baglivo, presentato alla Mostra del Cinema di Venezia.

 

 

1 2